Letture totali: 8997

Area: Polizia locale

Ufficio: UFFICIO POLIZIA LOCALE

La Revisione viene effettuata dopo quattro anni dall'immatricolazione ed ogni due anni dopo aver effettuato la prima revisione.

A CHI RIVOLGERSI: 

Alle officine autrizzate

Agli Uffici Periferici del Dipartimento Trasporti Terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Via Cilea,119
20151 - MILANO

COSA OCCORRE: 

Domanda redatta su apposito modello in distribuzione presso gli Uffici;
1- Carta di Circolazione;
2- Ricevuta del versamento  sul c/c 9001.
3- Prenotazione del giorno e dell'orario per revisionare il veicolo (in base art 80 del cds);

I cittadini extracomunitari dovranno, inoltre, esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale in proprio possesso) anche il Permesso di Soggiorno o Carta di Soggiorno (più fotocopia) tanto al momento della presentazione della richiesta quanto al momento del rilascio del provvedimento.

Soggetti legittimati alla presentazione della domanda:
- Diretto Interessato esibendo un documento di identità in corso di validità;
- Persona delegata con documento di identità in corso di validità munita di delega su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda più fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità;
- Autoscuola o Studio di Consulenza Automobilistica munita di fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità.

Se il richiedente non è in possesso di carta di identità italiana,l'identificazione può avvenire tramite documento di riconoscimento equipollente, rilasciato da una amministrazione dello Stato italiano o di altri Stati.

Se il documento è redatto in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana (tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o accordi internazionali) redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare e legalizzata in prefettura, ovvero da un traduttore e giurata innanzi al cancelliere giudiziario o notaio.